P.E.B.A: questi sconosciuti …!

Con la sigla “P.E.B.A.”  si fa riferimento ai “Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche”, ossia gli strumenti individuati dalla nostra normativa per monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati alla piena accessibilità degli edifici e di tutti gli spazi cittadini.

Come sappiamo infatti quella delle barriere architettoniche nelle nostre città è una realtà che limita in grandissima misura l’autonomia e la qualità della vita di molte persone, non solo disabili.

IMG_5888.jpg

Introdotti con una legge del 1986 (oltre trent’anni fa) e precisatone le funzioni con successiva normativa, in ottemperanza ai principi della nostra Costituzione, (art. 2,3 e 16) e della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (2006 e in vigore in Italia dal 2009), ancor’oggi non sono stati adottati dalla maggioranza dei Comuni italiani, nonostante leggi nazionali che impongono tale adozione, Toscana compresa.

Pensiamo che la legge 41/86 prevedeva che entro un anno tali piani  avrebbero dovuto essere adottati dai Comuni e dalle Province, pena un “commissariamento” da parte delle Regioni … .

Tale situazione di diffusa illegalità costituisce una gravissima violazione al primario diritto alla mobilità di ogni cittadino, riconosciuto dalla nostra Costituzione, che non può essere passata sotto silenzio, inaccettabile e da condannare!

Guardando a Firenze, il nostro Comune  ha approvato nel 2015 il P.E.B.A., ma – come per altri Comuni che si sono dotati di questo strumento – le criticità in materia di accessibilità rimangono e la maggior parte del lavoro è ancora da fare, vista la discrepanza fra l’adozione di principi e la successiva effettiva attuazione in concreto degli stessi.

A Firenze sarebbe importante partire da una rilevazione (mappatura) di tutte le barriere esistenti in città per procedere successivamente all’effettivo abbattimento delle stesse. Un lavoro sicuramente complesso ma fortemente necessario ed improrogabile perchè legato al riconoscimento di diritti inviolabili della persona umana.

Comunichiamo intanto con soddisfazione che anche il Comune di Rovigo, avendo raccolto le istanze di tanti cittadini, ha dato vita, pochi giorni fa, ad un P.E.B.A. che guarderà agli interessi delle persone disabili ma non solo, in quanto le barriere architettoniche – ricordiamolo – sono per TUTTI.

PER METTERE “MI PIACE” e CONDIVIDERE gli articoli: cliccare sul titolo del pezzo e scendendo in fondo all’articolo dopo qualche secondo si aprirà: “mi piace” su cui cliccare!

 

#ControOgniBarriera 

#MOLLALOSCIVOLO 

#AccessibileFi 

#accessibility 

Andrea Mucci

 

 

 

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...