La mia campagna di sensibilizzazione …

Il mio impegno e la creazione di una campagna di sensibilizzazione contro le “barriere architettoniche” nacque nel 2012 dall’esigenza personale di girare per Firenze autonomamente e senza impedimenti, dati dalla presenza di numerosissime BARRIERE ARCHITETTONICHE in città e BARRIERE FISICHE che spesso creiamo NOI, parcheggiando le nostre automobili in modo scorretto, forse anche senza accorgerci del “danno” che stiamo recando.

Questo Blog è stato creato nel 2016 per portare avanti una Campagna, #MOLLALOSCIVOLO, volta a richiamare l’attenzione di cittadini e Istituzioni (fiorentine e non solo …) sull’importanza di non creare nuove barriere, ostruendo quei varchi e quegli scivoli già presenti nelle nostre città.

All’Amministrazione comunale, con la quale intrattengo un costante dialogo, si richiede in particolare di abbattere le tante barriere architettoniche esistenti e di farsi portatrice, con l’esempio, di un’etica del rispetto e attenzione all’altro.

Svolgo la mia opera di sensibilizzazione anche scrivendo articoli sui giornali locali e portando il Progetto #MOLLALOSCIVOLO nelle scuole, perché i ragazzi di oggi saranno gli adulti di domani e fondamentale è l’educazione alla cittadinanza: sentirsi parte di una comunità con diritti e doveri, rispettarsi l’un l’altro, senza pregiudizi.

Il 7 aprile 2018 la mia iniziativa ha ricevuto presso la “Fondazione Spadolini – Nuova Antologia” il “Premio Firenze Ada Cullino Marcori” (https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/diversamente-abile-blog-1.3737718).

Nel 2018 ho avuto occasione di far sentire più volte la mia voce in tema di accessibilità su “La Nazione” e su riviste fiorentine quali “The Florentine” e “Edera Rivista” (https://www.lanazione.it/firenze/cronaca/incivilt%C3%A0-e-disabili-di-serie-b-ma-insieme-possiamo-cambiare-1.3888809; http://www.theflorentine.net/travel/2018/10/accessible-florence/; https://andy98wordpresscomblog.files.wordpress.com/2018/06/nuovo-documento-2018-06-25-12-02-39_2.pdf).

Attraverso il mio Blog ricevo dai cittadini segnalazioni di criticità sull’accessibilità (esistenza di barriere architettoniche, mancanza di scivoli, non osservanza di buone pratiche e prescrizioni di legge) che sottopongo all’esame dell’Amministrazione, per richiamare l’attenzione della stessa al fine di pronte soluzioni che migliorino la vivibilità dei nostri spazi.

La finalità della mia iniziativa è quella di far comprendere a tanti concittadini – che non hanno mai avuto la possibilità di accorgersene – quanti muri con l’indifferenza e l’ignoranza si creano e quanto poco, invece, basterebbe per evitarlo: anche solo, ad esempio, facendo in auto un giro in più dell’isolato per parcheggiare correttamente o rinunciando ad occupare un posto riservato a chi ha difficoltà.

Il 2 dicembre 2018 ho “lanciato” il messaggio di #MOLLALOSCIVOLO a “Che Tempo Che Fa” con Luciana Littizzetto e Fabio Fazio, (https://m.facebook.com/161895440519247/posts/2539897639385670/). Tanti cittadini e personaggi pubblici, del mondo dello spettacolo, sport, cultura stanno aderendo alla Campagna per diffondere il messaggio perché l’ACCESSIBILITA’ non è un regalo per i più “svantaggiati”, ma la condizione necessaria della civiltà giuridica.

 

wp-1545995203009..jpeg

Date un’occhiata al sito …

www.mollaloscivolo.com

 

 

E soprattutto #MOLLALOSCIVOLO

PER LEGGERE GLI ARTICOLI: in fondo pagina “I miei post“!

PER METTERE “MI PIACE” e CONDIVIDERE gli articoli: in fondo pagina cliccando sul titolo del singolo articolo trovate i tasti!

 

Annunci

11 pensieri riguardo “La mia campagna di sensibilizzazione …

  1. Bravo Andrea, ti ho appena visto in Tv nella trasmisione di Fabio Fazio. Complimenti per la tua energia e la voglia di non farti sopraffare dall’egoismo delle persone e dal disinteresse delle istituzioni. Come saprai, la legge sull’eliminazione delle barriere architettoniche negli spazi pubblici è datata 1996, e precisamente la numero 503/96. Sono quindi più di 20 anni che esiste, ma di applicarla non se ne parla proprio. Sono un architetto, mi chiamo Paolo Moscogiuri, e da più di 30 anni mi occupo di questo grande problema, perchè per me l’architettura è strettamente legata all’accessibilità della città, altrimenti non può definirsi tale. Per questo ho scritto un libro e presenziato in tanti convegni e partecipato in associazioni per il diritto all’autonomia nella mobilità “pedonale”. Ora sono “quasi” anziano e a dire il vero un po’ scoraggiato dai pochi risultati che ho ottenuto, anche perché i primi a disinteressarsi del problema sono spesso proprio le persone con disabilità, che si rassegnano a subire, ma tu mi hai dato una speranza. Voglio allora sugerirti un metodo per sensibilizzare le istituzioni: Usare una mappa Google, da pubblicare per esempio nel tuo blog, o in FB, per segnalare con tanto di foto le barriere che trovi. Sotto la foto metterai anche la data della email con la quale avrai informato il sindaco della tua città. Quando l’amministrazione risolverà il problema inserirai la data dell’intervento. Questo spingerà l’amministrazione a risolvere in fretta, perché altrimenti farà brutta figura difronte ai suoi elettori. Ti allego un esempio fattoper la mia città, Pomezia. Ancora auguri e complimenti. Non mollare. https://drive.google.com/open?id=10wmDLlVdvmU1sl6AvpzqXRG6NFI&usp=sharing

    Mi piace

    1. Grazie delle belle parole di incoraggiamento, dei consigli che terrò presente e del bell’esempio di passione, professionalità e sensibilità a questo importante tema nell’attività di architetto.
      Un abbraccio
      Andrea Mucci

      Mi piace

  2. Bravo Andrea, #mollaloscivolo sarà anche il mio motto da qui in avanti, anche se in passeggiata con i cani faccio sempre notare ai più “distratti” che lasciare la macchina sulle strisce o sugli scivoli non è compatibile con la maggioranza delle persone e Soprattutto è segno di inciviltà e maleducazione… spero che si diventi tanti tanti insieme a te.

    Mi piace

  3. Ho avuto la fortuna di conoscere Andrea e devo dire che è un ragazzo con grandi energie e simpatia……con una coscienza come la sua chissà se sarebbe possibile un mondo migliore x tutti……grz Andrea

    Piace a 2 people

  4. Bravo per la utilissima iniziativa.
    Si potrebbe fare un album fotografico con le situazioni più urgenti o comunque fortemente umpattanti.
    Per esempio i gradini del portone di entrata dei palazzi storici vincolati con spesso un gradino solo ma di 25 cm. Non ha ancora trovato soluzione. Hai consigli da darmi e la possibilità di inviare foto.
    Grazie

    Piace a 1 persona

Rispondi a Leonardo Zan Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...