Riflessioni sul Cammino di Santiago …

Ciao a tutti, rientrato dal viaggio a Santiago de Compostela, qualche riflessione “a freddo” in merito.

L’esperienza del cammino è stata singolare e unica per rapporti, nuove conoscenze, condivisione di vita giornaliera e crescita in autonomia.  

Durante i tredici giorni di “cammino”, con i cari amici dell’Associazione A.T.I.S.B, di cui faccio parte da quasi vent’anni, ho condiviso tutto: gioie, fatiche (percorso “variegato” – #Kimap), tappe più o meno rilassanti …

In questo cammino ho potuto testare Kimap fuori del classico contesto urbano ed usare l’applicazione per mappare uno dei cammini più famosi al mondo.
La bellezza di quest’esperienza sta, a mio modo di vedere, nel riscoprire se stessi, attimo per attimo, consapevoli che con voglia di fare e spirito positivo, nonostante le problematiche di ogni giorno, si può arrivare a tanto!

Il Cammino è possibile!

E … soddisfatti del percorso fatto è stato bello sorridere insieme, spesso anche in camerate da 24 pellegrini, ripensando alla mia giornata, prima di addormentarmi.

Il momento più significativo? L’ultima tappa, del 10 Settembre, con un piccolo “stop tecnico” al mio Triride, l’aver infine ammirato da lontano le cupole, maestose, di San Giacomo, e … all’arrivo in cattedrale, la prima messa delle 19 …, liturgia di riflessione, forse l’unico momento “vero”, e stupore.

Altro momento commovente …   il cosiddetto volo del “bota fumeiro”, (purtroppo non originale perché in restauro), un finale col botto …

IMG_3543

E allora non mi resta che augurare a tutti …

 

BUEN CAMINO EN LA VIDA!

                                                                                                                 Andrea Mucci 

 

Annunci

Qualche iniziativa …

Espositore For All a Venaria Reale

Presso la reggia di Venaria Reale, fino al 31 dicembre, si potrà vedere il modello di Made in Italy Espositore For All, il primo espositore al mondo destinato a rivoluzionare la fruizione museale per tutte le persone disabili, ideato dalla startup torinese New Planet 3D.

Con un approccio tattile guidato, descrizioni in 9 lingue e filmati nelle Lingua dei Segni Italiana e Segni Internazionali, oltre a una serie di monitor e una scrittura adattata con caratteri ad alta leggibilità, Espositore For All ha l’obiettivo di rendere fruibile qualsiasi opera d’arte o reperto storico anche alle persone con disabilità, come dimostra a Venaria Reale la riproduzione del Busto di Diana, vero e proprio simbolo della dimora Sabauda.

Il superamento delle barriere architettoniche, cognitive e sensoriali è diventato qualcosa di fondamentale negli ultimi anni, allo scopo di rendere accessibili a tutti i luoghi della cultura.
La start up New Planet 3D è nata grazie all’esperienza maturata da Dario Suppa e dal suo team nel campo della stampa 3D allo scopo di progettare uno strumento innovativo al servizio della disabilità.

“La fase di creazione è stata lunga” dice Dario Suppa “ed è stata possibile con la collaborazione di 6 associazioni e istituzioni (Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti, Istituto dei Sordi, CPD, Isitt, Torino+Cultura Accessibile e Tactile Vision Onlus) che si occupano di disabilità e di molte aziende del territorio. L’arte in tutte le sue manifestazioni è un linguaggio e quindi una forma di comunicazione. Come atto comunicativo deve essere accessibile e fruibile da tutti. L’accessibilità di un museo e di qualsiasi luogo di cultura non si misura solo dall’assenza delle barriere architettoniche o sensoriali”.

E molto altro ancora …

https://www.torinofree.it/201709183878/eventi/espositore-for-all-a-venaria-reale.html

                                        

#Frasi


Oltre l’ostacolo!

#ControOgniBarriera #Accessibility

#frasicheparlanodasole
Buona giornata Amici 😀!

                                               

                                         Andrea Mucci

Arrivati a Santiago de Compostela! 

Ciao a tutti, ieri la nostra ultima Tappa, con partenza da Petrouzo e arrivo a Santiago nel pomeriggio.


Sveglia al mattino ore 6:25 per partire presto (prima dell’alba delle 7:40) con il tempo coperto dalla nebbia. 


La strada percorsa è stata caratterizzta da ben 19 km di una lunga e faticosa tappa che ci ha visto concludere il nostro cammino in Cattedrale a Santiago, “dominata” dalle ampie navate e riccamente decorata, all’interno in foglia d’oro. 

Arrivo in città … 






Ecco la mia mappatura: 

 Mi è  dispiaciuto aver visto parte della grande basilica coperta da impalcature per una parziale ristrutturazione …

Ma negli interni …

Nonostante qualche piccolo problema tecnico ai Triride durante la Tappa, arrivati a Santiago ci siamo rallegrati per la gioia e soddisfatti abbiamo urlato in coro un bel “Ce l’abbiamo fatta!!! 👍🏻”
Alle 19:00 abbiamo assistito alla celebrazione di rito all’interno della cattedrale durante la quale “c’e’ stato anche spazio” per qualche occhio lucido … 


toccante il momento della comunione. 

Celebrazione molto particolare, anche se senza il “volo” dell’incenso, ma una messa cantata durante la quale le voci risuonavano fino agli alti soffitti della cupola della Basilica di San Giacomo.

Che esperienza! 😃👍🏻
Anch quest’oggi parteciperemo tutti alla Santa Messa. 


Ringrazio tutto il bellissimo gruppo dell’Associazione A.T.I.S.B. con il Presidente Marco Esposito in primis, che mi hanno dato la grande e unica possibilità di fare questo arricchente pellegrinaggio, consolidando rapporti e facendone di nuovi. 

Personalmente, e vorrei ribadirlo, credo però – e vi confesso – che un cammino del tutto particolare come quello di Santiago non dovrebbe finire il 13 Settembre, alla partenza dell’A.T.I.S.B. dall’aereoporto per tornare a Bergamo e a casa, ma continuare ogni giorno della nostra vita, nelle nostre case e nelle nostre giornate, per riflettere, chiedere, pregare, ringraziare, ri-conoscersi e crescere ogni giorno.   
                                      

Buona giornata e buona vita a tutti, 

                                         Andrea Mucci 

In cammino …

Ciao a tutti, oggi la nostra 8a Tappa da Salceda a Petrouzo … 

Partiti stamani verso le 9:10: freddo e tempo coperto, tendente alla pioggia e molto variabile. ☀️☁️🌧

Oggi la prima vera pioggia: quindi mantelle e un po’ di fango ma dai dai in soli 9 km di strada … siamo arrivati a Petrouzo per l’ora di pranzo (in anticipo rispetto alle altre tappe). 

Sul cammino abbiamo anche incontrato i genitori di Pietro Scidurlo, scrittore della guida “Santiago PER TUTTI” che, con l’uso di mappe, esperienze coinvolgenti e fotografie ha ispirato questo bellissimo viaggio, … “unico” per moltissimi pellegrini.

Altri piacevoli incontri:


Ad Aruza, giovedì sera abbiamo partecipato alla messa del pellegrino (in Spagnolo): sono stato felice di ricevere una particolare benedizione dal sacerdote ed avere in due tre conchiglie come ricordo “del viaje” offertemi da due signore con cui ho parlato piacevolmente esercitando la lingua. 

Ecco la mia mappatura odierna:

Nonostante qualche disturbo di salute per alcuni del nostro gruppo anche la tappa di oggi è andata bene, fra salite, discese, torrentelli nel bosco e pioggia. 

“Con lo spirito che ci lega tutti e – aggiungo – “quello non manca mai”, anche oggi ce l’abbiamo fatta tutti!

Domani ci aspetta un lungo percorso per arrivare alla grandissima emozione di vedere e toccare “con mano” le cupole di Santiago; una gran bella tappa, di quasi 20 km che ci vedrà finalmente soddisfatti, rinfrancati e cambiati (ognuno di noi, nessuno escluso), nell’aver “completato” il nostro cammino.

Personalmente, però credo – e vi confesso – che un cammino del tutto particolare come quello di Santiago non dovrebbe finire il 13 Settembre, alla partenza dell’A.T.I.S.B. dall’aereoporto per tornare a Bergamo e a casa, ma continuare ogni giorno della nostra vita, nelle nostre case e nelle nostre giornate, per riflettere, chiedere, pregare, ringraziare, ri-conoscersi e crescere ogni giorno.

                              Buona serata a tutti,

                                        Andrea Mucci 

                              

 

In cammino …

Ciao a tutti, oggi la 7a Tappa Melide-Salceda (13 km circa) … 😃

Partiti stamani verso le 8:00; tutti ci aspettavamo un percorso facile e corto … fra un po’ di foschia e l’aria fredda di prima mattina abbiamo iniziato a camminare.

Nonostante le nostre aspettative così   non è stato … la tappa si è dimostrata dura e difficile, con salite e discese e l’alternarsi di sterrato, strada e bosco …


E’ stato comunque bello: tutti ci siamo aiutati a vicenda, nonostante qualche sintomo inaspettato da stanchezza e qualcuno di noi con qualche linea di febbre … (un grazie alla Misericordia per l’aiuto).


Ecco la mia mappatura: 



Pellegrini in cammino … e largo ai giovani! 😜


                                         A domani,

                                        Andrea Mucci 

In cammino …

Ciao a tutti, oggi la 6a Tappa, Melide-Arzua …



La Tappa di oggi (circa 16 km) si è rivelata abbastanza difficoltosa, data l’alternanza fra tratti di strada a doppio senso di marcia, con carreggiata e parti del percorso nel bosco; con salite e barriere architettoniche …

Siamo partiti stamani con orario simile agli altri giorni, sempre in perfetta tabella “di cammino” dopo aver dormito in camerate multiple, ancora un po’ assonnati.

L’aria era fredda e il tempo abbastanza velato (in mattinata inoltrata è uscito il sole 😃). 

Gran parte della strada era asfaltata, con qualche buca … 


altra consistente zona del percorso, era percorribile in ambiente naturale, con varietà di querce, piante di eucalipto, felci e noci.

Camminando in fila indiana con i nostri Triride … 

è stato bello parlare con gli amici e ascoltare Cesare che, (chiesto a lui da Marco di far strada al gruppo), con la sua simpatia, di tanto in tanto raccontava qualche avvenimento del passato (alla nostra età) e faceva una battuta o diceva un proverbio aretino. 


Ecco la mia mappatura: 


Siamo a 3 giorni dall’arrivo a Santiago e posso esprimere la mia soddisfazione, riprendendo le parole di Marco, nel vedere che “il gruppo si vede crescere ogni giorno, con impegno e forza di volontà, tutti insieme verso Santiago de Compostela”. 

E cresciamo a mio parere molto anche in autonomia, malgrado qualche “limite” … ma – dice il Presidente A.T.I.S.B. ” E’ bello andare oltre l’ostacolo!”. 

Arrivati in struttura ho scoperto che anche stasera sarà una bella nottata: in una camerata da 24 posti letto. 😀

                                      Buona serata 

                                      Andrea Mucci